Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i

The Area71 Slotcars pubblica un video che farà discutere, il test di un carrozzeria ben maltrattata.

Si piega e torna alla sua forma originale, come una di quegli stampi in plastica siliconica per i dolci.
“E’ un test” mi dice Marco Rizzi in chat. ” Ho provato a realizzare una carrozzeria con spessore 0.6 invece di 0.7, quindi più leggera”.
Il risultato è quello che vedete, un oggetto che pare per niente fragile, anzi in grado di subire un bello shock senza deformarsi mantenendo contemporaneamente la qualità e il dettaglio che da sempre viene riconosciuto al marchio.

Ma non sarà fragile, dico io? Reggerà alla prova del tempo?
“agli inizi, quanto testavamo le tecnologie stereolitografiche (SLA) era effettivamente un problema, ma queste sono in sinterizzazione laser selettiva (SLS).
Le carrozzerie fatte con la sinterizzazione a polvere di nylon, non sono soggette a “cristallizzazione” perché non viene utilizzata una resina: tutte le resine cristallizzano per via del processo chimico catalitico tra la resina e l’indurente”.

sembrerebbe che il materiale con cui è fatta questa carrozzeria,eccelle in tutto: dettaglio, flessibilità e peso. Ma non è così.
Le proprietà meccaniche ed estetiche di questo modello non escono semplicemente dalla stampante bella e fatta. Il risultato è conseguito grazie ad un particolare ( e riservatissimo)  lavoro di post processing.

“non solo migliora le proprietà meccaniche del pezzo” mi ricorda Marco “ma contribuisce in maniera sostanziale anche al miglioramento “estetico” del pezzo ai fini della verniciatura e finitura.
Siamo gli unici al mondo a farlo”.

Ah, quasi dimenticavo, il peso. La carrozzeria “normale” pesa meno di 10 grammi, quella in spessore O.6 siamo a 8,5 grammi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.